giovedì 25 giugno 2009

Allenamenti tosti (per me)

Dopo la delusione della mezza maratona notturna dello scorso sabato continuano gli allenamenti secondo le tabelle di Luciano (The Coach). Ogni settimana che passa vedo sul foglio del programma, rigorosamente scritto a penna, allenamenti sempre più duri che mi impegnano mentalmente già molti giorni prima del loro svolgimento.
Oggi in programma c'era un 4 x 2.000 a 4'10" con recupero di 1.000 a 4'40". Con Roberto, non potendo andare in pista questa settimana, siamo andati a correre sulla Veientana in quel tratto misurato di 1 km con andata in discesa e ritorno in salita.
L'allenamento è andato meglio del previsto, considerato il percorso sali e scendi, come si vede seguendo la linea verde sul grafico sottostante. Io mi sono aiutato con la musica che mi ha distratto abbastanza dalla fatica ed alla fine questo è il risultato:



In cuffia avevo un vecchissimo disco di Patty Smith e qui canta una delle sue canzoni più famose, scritta per lei da Bruce Springsteen:

8 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Vidi il concerto di Patty Smith a Firenze quando avevo 20 anni.
Il giorno prima ero stato a Monza a vedere il gran premio... una notte in treno e una in sacco a pelo sotto i portici di piazza della signoria... un altro mondo... dove si correva zero, ma esisteva la gnocca... do you remeber ?

Stefano ha detto...

gnocca???? Boh?? Il Devoto Oli al lemma "gnocca" rimannda a vedi ... Luciano er Califfo - Brasile.

Marco Bucci ha detto...

Vedi che i conti cominciano a tornare ?!?!?
Non pensare e corri !!!

Circa quegli anni.... ma perche' rigiri il dito nella piega... me vie' 'n groppo 'n gola me vie' !!!

er Moro ha detto...

La vostra generazione mi fa invidia, voi si che sapevate godervi la vita!!!

the yogi ha detto...

ottimo quel km, prima o poi ti chiederò le coordinate.... oh, più cattivo devi essere, minkia! ;)

Anonimo ha detto...

il groppo in gola me viè pure a me, nonostante il brasile.
er califfo.

Karim ha detto...

Ogni periodo ha il suo fascino e rimpiangiamo sempre un pò il nostro passato. Mi divertirei ancora facendo le cose che facevo a 20 anni? Non lo so... Come dice il poeta,
sono chiuse le osterie di fuori porta,
la gente chi c'andava a bere, fuori o dentro, è tutto morta,
c'è chi è andato per età, chi perché già dottore,
insegue una maturità, si è sposato, fa carriera, ed è una morte un pò peggiore.

Non mi sento morto... anzi!

Stefano ha detto...

@ Gianca
Bei tempi andati. Ma nello spirito siamo rimasti forti come thirty years ago.

@ Marco
Sto Luciano la sa lunga. E sai qual'è la cosa bella??? é che ce l'ho fatta con meno fatica di quanto pensassi.
Speriamo bene, con questi alti e bassi continui.

@ Er Moro
Ogni generazione ha la sua storia ed alla fine penso che le differenze non siano così tante. Ti garantisco poi che la gnocca era sempre difficile da trovare disponibile. Per la musica, hai ragione. Abbiamo vissuto un periodo irripetibile.

@ The Yogi
Ti mando il link su google earth. Ma sta lontano da casa tua. Alla giustiniana 50 km da Ostia. La cattiveria cerco di mettercela tutta. Speriamo basti.

@ Califfo
Mi fa piacere avere gli stessi gusti tuoi! In tutti i campi della vita.

@ Karim
Citazione colta di Guccini. Strano per un pischello della tua età. La dice lunga sulla tua "corretta" formazione in campo musicale e non solo. Complimenti.
Non ho rimpianti, ma che bello sentire la musica legata alla propria vita, ti appartiene.