domenica 7 novembre 2010

4 Settimane a Firenze

Gli allenamenti in vista di Firenze stanno dando i frutti sperati.

Certo l’incertezza delle reali possibilità in gara resta sempre.
Come la maratona sempre prevede.
I 4 allenamenti settimanali mi portano a percorrere almeno 70 km a settimana con punte di 80. 
 I lavori in pista mi producono sempre una grande soddisfazione.
 L’ultimo, lo scorso giovedì, sulla carta sembrava un calvario – 10 x 500  in 2’ rec. 200 in 1’ + 1000 in 5’ + 5000 a 4’10” – alla fine è riuscito benissimo sempre sotto i tempi stabiliti con una media finale complessiva di 4’15”.
Sui lunghissimi le sensazioni invece non sono così rassicuranti.
Ieri ho corso il quinto sopra le 2 ore e mezza. Oltre 35 km in 2h 45’.
Per rendere la simulazione  parziale della gara mentalmente più impegnativa, avevo programmato con Luciano di correrne una gran parte al “biscotto” a Caracalla. 
Con Roberto abbiamo iniziato le fatiche dal solito posto sul Lungotevere, vicino ai camion che vendono libri usati.
Siamo partiti lentamente, scendendo direttamente sulla pista ciclabile sulla riva del Tevere.
Dopo 30 min. circa eravamo al Biscotto. Iniziamo a girare e dopo una decina di minuti incrocio Giancarlo - Runner Blade.
Con grande piacere lo saluto. Era parecchio che non ci incontravamo e mi ha fatto molto piacere vederlo di nuovo. Janco mi dice di essere lì per fare una mezza maratona a 4’40” di media e al volo decidiamo di  correre insieme.
Purtroppo trascuro Roberto che mi aveva accompagnato fino lì ( spero che poi abbia accettato le mie scuse per l’abbandono) e con quel metronomo di Giancarlo ci mettiamo a chiacchierare  e correre girando a medie impeccabili e ci sciroppiamo insieme 15 giri per 18 km.
Che fortuna!! Con i 10 km fatti prima dell’incontro mi sono volate (si fa per dire) oltre 2 ore.
La stanchezza muscolare si comincia a sentire forte. Saluto e ringrazio Giancarlo e con Roberto prendiamo la strada del ritorno.
Inizia una sensazione di esaurimento molto simile al "muro"  tanto che intorno al 30/31 km mi fermo e cammino per qualche decina di metri.
Riparto con calma e piano, piano riprendo un ritmo adeguato che mi porterò fino alla macchina, parcheggiata al punto di partenza.
L’allenamento finisce con una media di 4’42”. Visto così sembra un tempo buono ma vanno aggiunte almeno 2 soste tecniche all’inizio. Il freddo incide sulla mia vescica. Più altre 2 veloci per bere.
L’euforia del giovedì in pista ha lasciato il dubbio al dolore patito il sabato sul lungo.
Nonostante il miglior grado e qualità di allenamento del passato, la previsione di una parte finale di maratona sempre enormemente impegnativa non mi conforta affatto.
Parlando di musica, invece, è sempre facile trovare nuove band che mi entusiasmano, anche se qualcuno (mia cugina) inizia, con affetto a dirmi " A Ste ma che cazzo di musica senti" :-))






8 commenti:

Karim ha detto...

Bella Old Boy, io invece oggi ho fatto flop, sarà stata la cena solo proteica di ieri, sarà che non lo so, ma ho fatto appena due ore a 4 e 38 invece delle 2 e 45 programmate. Ora sono preoccupato...

theyogi ha detto...

tua cugina è un pò precipitosa oppure è un genio musicale! :D ti vedo a fiumicino?

GIAN CARLO ha detto...

i miei 21.1km sono usciti in 1h 36.55 a 4.36 bellissimo il passaggio al 20esimo in 92 minuti netti(23*4) anche se figli di un irregolare 23.11-22.55-23.02-22.53 l'ultimo 5000 + veloce per "colpa" del tuo 18esimo km !

stefano ha detto...

ammazza che bei gusti musicali,
ti metto tra i preferiti...e ci si vede per qualche strada!

er Moro ha detto...

a Firenze, ci sarò anch'io.. magari ci si incontra per un saluto volante! ;)

Marco Bucci ha detto...

In bocca al lupo Ste'... ;D

Stefano ha detto...

@ Tutti
scusate il ritardo nelle risposte. il vs. commento è graditissimo.

@Karim
ti ho gia scritto sul tuo blog quello che penso. Non ti devi preoccupare. Tante volte il nostro fisico si difende dalle ns. follie. Vuol dire che sabato di più non si poteva fare.

@ The Yogi
Mia cugina è brava. Lei mi fece conoscere 100 anni fa David Bowie.
Io cerco di andare avanti. Non rimanere ancorato alla musica della mia gioventù. Sono gggiovane ancora! E che Cazzo!
A fiumicino non ci sarò! Tutto è proiettato su Firenze!
Speriamo di vederci presto. Ho bisogno di qualche consiglio sulle letture.

@ Giancarlo
Il mio 18 km è frutto del mio personale doping. Per resistere al tuo ritmo super costante ho dovuto indossare l'auricolare e accendere l'ipod.
Grazie ancora.

@ Stefano
grazie! sei il primo che mi fa i complimenti sui miei gusti musicali.
Ti voglio incontrare assolutamente...amigo!

@ Er Moro
Ti mando una mail con il mio cellulare così ci vediamo a Firenze.

@ Marco
Ti leggo sempre ma non riesco a lasciare commenti.
Mi dispiace molto di questa enorme ondata di sfiga che ti ha investito.
Ci mancava anche il naso.
Penso sempre alle tue ginocchia. Mi è rimasta troppo impressa l'immagine delle tue cicatrici sulle gambe e il racconto del tuo piede incastrato all'incrocio dei tappeti del Tatami.
Ti abbraccio e spero di vederti presto.

GIAN CARLO ha detto...

190.15 ... e fattelo bastà