venerdì 8 gennaio 2010

Da Notting Hill a Buckingam Palace

Correre è uno dei modi migliori per scoprire una città. In queste vacanze sono stato qualche giorno a Londra. L'ultima volta era stato quasi 20 anni fa, i ricordi si erano molto annebbiati e mi ha fatto molto piacere rivedere questa città. I paragoni con Roma, per ciò che riguarda, l'organizzazione, la pulizia e l'internazionalità, sono improponibili. Lì sono anni luce avanti. Pensando poi ai trasporti, tre o quattro linee nuove di metropolitana negli ultimi 10 anni, sono irraggiungibili. Sono andato con la famiglia e altri amici con un totale di 10 bambini/ragazzi al seguito. Fortuna sfacciata, 5 giorni di sole su 5 ma un freddo al quale noi non siamo abituati. Tra musei, battelli, chiese, shopping e magnate non c'è stato un attimo libero tranne le corsette mattutine. L'albergo era vicino ad Hyde Park. Il primo giorno, dopo l'arrivo, non ho avuto il coraggio e la forza di andare a correre. Poi uscito con il "Gruppo Piemonte" ho incontrato una quantità di runners che mi hanno fatto pentire di aver perso l'occasione. La mattina seguente mi vesto bello pesante, tre strati sopra due sotto più cappello e guanti, e affronto il gelo. Esco dall'albergo e dopo 100 metri sono dentro Hyde Park. Sono sull'estremità nord ovest del parco e mi dirigo verso Marble Arch. La prima impressione che ho è che in fondo le distanze sono più brevi di quello che sembra sulle cartine e soprattutto in relazione alla densità di fermate della "Underground". Tre fermate della "Central Line" per me sono poco più di 9 min. e quindi, prese le misure del parco, avendo corso sul lato più lungo, decido di fare un giro largo. Uscire dal parco e affrontare le strade cittadine. Intanto vicino a Marble Arch, prendo coraggio, mi tolgo un guanto per azionare il pulsante di una bellissima fontanella. Su quattro pulsanti ne funziona solo uno, gli altri sono ghiacciati. Infatti dietro c'è una fontana di quelle grandi che ha metà della superficie ricoperta da uno spesso strato di ghiaccio. Sicuramente la temperatura era sotto lo zero ma ho incrociato pure un runner in .............. pantaloncini e maglietta. Ho girato verso Hyde Park Corner e la prima parte l'ho corsa sulla pista ciclabile disegnata su una strada più larga. Ho corso lì fino a quando non ho incrociato un ciclista che mi ha puntato e costretto a spostarmi mentre mi lanciava una decina di fuck a me a tutti i miei cari. Da lì ho capito definitivamente che le piste ciclabili sono solo per le bici, i runner hanno le loro piste. Noi dobbiamo dividerci una pista ciclabile con bici, skater pecore, zingari etc. lì no. Ognuno ha la sua strada riservata. Esco dal parco, giro intorno ad un mausoleo ai caduti, percorro Costitution Hill che costeggia Green Park e senza saperlo ( che ignorante!) mi trovo davanti a Buckingam Palace. Grande pace, sono le 8.00 e la Regina ancora dorme :-). Non si muove niente se non le guardie dietro la recinzione che controllano intorno all'entrata principale. Decido di fare un giro intorno all'isolato e punto quindi verso ovest. Sulla via laterale c'è un ingresso per visitare 16 stanze delle oltre 600 del Palazzo. Si dice che la Regina abbia concesso questa opportunità ( a pagamento) per rinnovare l'immagine della monarchia sui sudditi inglesi sempre più sconfortati dai comportamenti dei figli e del marito e sempre più critici nel destinare fondi pubblici al mantenimento di Carlo, Camilla etc. Arrivo nel quartiere delle ambasciate e su una piazza stupenda vedo una casa bianca con la bandiera italiana. Sono a Eaton Place e quello è il Consolato. Tutto è curatissimo, case, strade, giardini, non ci sono cassonetti per la strada, le macchine sono parcheggiate perfettamente, sembra finto. Rientro nel parco e riprendo il giro da dove l'avevo lasciato. Taglio un po per costeggiare il il lago centrale "The Serpentine" e corro per qualche centinaia di metri con una coppia e un cane. Lei bionda, alta e con una tuta nera intera, molto meglio di Eva Kant. Lui strafigo e il cane pazzesco. un cucciolone di cane da caccia, non saprei dire di quale razza, di un colore grigio tendente al marrone con il pelo rasato. Sembrava di essere in un film, per quanto erano perfetti, loroooooooo.
Tornato al punto di partenza decido di farmi qualche altro km per Notting Hill. Loro lo chiamano un quartiere recuperato. e meno male. Case basse, negozi belli, antichi, insomma se, se, se, se ... quello sarebbe il posto dove vorrei avere una casa.

8 commenti:

giovanni56 ha detto...

Quanti ricordi ...
A mio parere Londra è la vera capitale del mondo, convivono tutte le etnie, il vocabolo "civiltà" in tutti i suoi sensi.

GIAN CARLO ha detto...

Visto che hai fatto una vacanza così bella ti perdoniamo dell'assenza alla cena dei Blogtrotters.
Occhio che a Miguel, provero' a prenderti le tracce.

er Moro ha detto...

Ad ottobre scorso mi son fatto 3 giorni in occasione della mezza dei parchi reali di londra, si partiva da dentro hyde park e si usciva fino al london eye, tower bridge etc... per poi rientrare e terminare in hide park...concordo con tutto qll che hai scritto, mi rattristò allora e mi hai appena rammentato lo schifo che provai anch'io nel confronto!
Bella Sté

the yogi ha detto...

ecco dov'eri, altro che blogcena! se riesco vado per la mara...

uscuru ha detto...

ecco xke'!
Grande, te la sei spassata!!
belli i parki a Londra eh!
io nel 2008 il giorno prima della Mara, in quel parco ci ho fatto una quarantina di minuti, ke matto ma non ho potuto resistere, eppoi con quell'ambiente e scoiattoli vari,ti prende molto.
bella Londra e... sikke ci ritorno!!

Lucky73 ha detto...

apperò ....
che bello correre in una città come Londra, io nel 2009 volevo correre la 10K di luglio .....

Daniele ha detto...

Bellissima corsa!! Io ne ho fatta una simile un anno fa sotto la pioggia battente... me la sono presa tutta volentierissimo!

Francarun ha detto...

Londra per me è Affascinante e mi piace di più che parigi, e poi come dici tu loro sono avanti luce a noi. ma noi siamo sempre indietro a tutti !!!