domenica 20 dicembre 2009

Settimana dal 14 al 20 dicembre

19/12 - Il cinquemila di Natale

Dopo una settimana di casino totale sul lavoro, sabato mattina è stato tutto centrato sulla corsa. Avevo appuntamento alle 11.00 con Luciano per un oretta di massaggio spacca tutto e poi un bell'allenamento di quelli previsti in settimana e poi saltati.La mattina mi sveglio presto, come al solito, inizio subito i giri famigliari di spesa e alle 9:30 , con la coscienza a posto ;-) lascio tutti e vado verso piazza Mazzini. Prima tappa il Bar Pasticceria Faggiani per un Cappuccino e Cornetto alla Crema (super). Parcheggio la macchina e prendo la metropolitana fino a San Giovanni. Il max del lusso per me è non guidare. Ci passo le giornate in macchina per Roma con l'ansia di riuscire a fare mille giri. Avere il tempo di prendermela con calma è un vero lusso. Luciano lavora da Footworks ed è anche piacevole vedersi qualche novità di scarpe e abbigliamento. Ieri c'era uno stand nuovo di UNDER ARMOUR con delle magliette invernali veramente belle. Dopo il massaggio ritorno in metro e riprendo la macchina per andare al Paolo Rosi per l'allenamento programmato. Quando arrivo vedo un enorme casino e dopo poco scopro che c'è una gara. Il 5000 di Natale. Incontro molti amici che mi spingono a fare la gara. Gara strana e divertente. Si parte in batterie più o meno fatte a casaccio e ognuno si cronometra per conto suo. Incredibile. Veramente un sistema che rivela lo spirito di chi corre. Tutti insieme, tutti amici nessuno bara, ci si conosce, si sta tra amici, si scherza e si da il massimo di quello che ciascuno può. Clima natalizio. Ma la cosa che mi ha veramente colpito è che molti sono venuti a correre con un parente, un fratello, un figlio con gravi problemi. Persone conosciute che portavano con loro qualcuno della propria famiglia che difficilmente capita di vedere per strada in giro nel quartiere negli altri giorni. Eravamo tutti insieme nello spogliatoio dello stadio. Chi si rivestiva dopo la sua batteria e chi si preparava per scendere in pista. Scene veramente belle e commoventi. Un padre che rivestiva un ragazzone di 20 e passa anni. Penso mi rimarrà nella memoria finchè camperò. Nella pista d'atletica c'era un grandissimo casino tra quelli che correvano la batteria e gli altri che si scaldavano, ma tutto filava liscio, nella massima armonia tra i vari gruppetti che si godevano la giornata. Certo il freddo era pungente. Mi convincono a partecipare alla gara e mi scaldo per correre la terza batteria. Non ero assolutamente preparato per fare la gara. Avevo portato solo roba pesante e scarpe d'allenamento, ma la voglia di fare la mia prima gara in pista ha prevalso anche perchè come debutto non mi potevo augurare di meglio di una gara così informale.
Decido, presuntosamente di correrla a 3'50" di media. Partenza dalla linea dei 200 mt. Saremo una trentina e più ma dopo 100 metri il gruppo si sgrana e subito si crea lo spazio per correre bene tutti i 12 giri e mezzo di pista. L'inesperienza si paga e subito lo provo sulla mia pelle. Davanti a me si staccano e io resto il primo della fila a trainare i miei inseguitori. Mi volto e vedo due vecchi marpioni come Vincenzo (proprietario di FashionSport) e un'altro che lo speaker chiama "Il Presidente" (Marini?!?). Sti figli 'ndrocchia mi stanno alle calcagne ma sfruttano la mia scia per 3 km e mezzo. Io davanti a ripararli dal vento che sul rettilineo opposto alle tribune arriva bello freddo e in faccia. Durante il 4° km cedo alla stanchezza e i paraventi mettono la freccia e mi superano agevolmente. Non posso riprenderli ma mi difendo fino alla fine dagli altri e chiudo in 19'42". Vado al tavolinetto vicino alla pista, prendo un foglietto e come tutti gli altri scrivo il mio nome, cognome, categoria e tempo.


6 commenti:

the yogi ha detto...

tutto molto bello (oh, non ti fai mancare nulla...), ma tu oggi non eri con noi perché hai corso sti 5k da manicomio? ;))

Marco Bucci ha detto...

Porca miseria... me lo sono scordato che c'era il 5000..!!
Mah...forse e' meglio i' pero'...
Sabato ho fatto un medio a 4.35 sfiatando...sai che figura facevo...ancora devo smalti' x bene l'influenza...
Ok Stefano ti faccio un mucchio di auguroni.. passa buone feste te ed i tuoi cari...
Un abbraccione

Stefano ha detto...

@ The Yogi
Il cinquemila era di sabato. Buon Natale grande Yogi.

@ Marco
Lo sai che tu in gara ti trasformi! Ormai non la racconti più a nessuno. Sabato avresti corso in 18'00", fidati. Tantissimi auguri anche a te e alla tua truppa. Magari ci vediamo alla gara della Befana.

Furio ha detto...

Ciao Stefano, era un po' che non passavo a trovarti.. auguri per un 2010 di buone co(r)se.

the yogi ha detto...

il 7 a testaccio... essici! :)

Pimpe ha detto...

ciao Stefano, buon anno ;-)