domenica 24 gennaio 2010

La corsa di Miguel

La prima gara dell’anno non è stata una delusione. Tante novità nel 2010. La prima è che ho cambiato squadra. Da quest’anno corro per “Olimpia 2004”. Lascio con molti sensi di colpa  il mio amico Francesco, presidente della “AS Sport Project”. Finora ho privilegiato il senso di libertà, nel senso che la Sport Project, concentrata sulla pallavolo ma con un piccolo gruppo di runners, mi ha sempre lasciato libero di fare come volevo nella scelta delle gare. Ho sofferto, però, di solitudine, visto che i miei vecchi compagni non sono stati contagiati come me dal virus della corsa. La nuova società è stata scelta per una serie di coincidenze davvero particolari che mi hanno aiutato nella decisione.


  1. Luciano, amico, massaggiatore e mio allenatore è tesserato con Olimpia 2004.
  2.  
    Tutta la squadra dell’Olimpia si allena al Paolo Rosi dove io cerco di andare almeno una o due volte a settimana ;
  3. Proprio nello Stadio, dopo un allenamento, mi ferma una “ragazza” e mi fa:

“ scusa la mia faccia tosta, ma tu sei Stefano C……??

“Si!”

“Ciao! sono Anna P…… una tua compagna dell’elementari. Ti vedo spesso correre sulla Cassia, un giorno mi sono detta: io quello lo conosco! Dopo qualche tempo, casualmente, rivedendo una foto di classe della 5 elementare ……ti ho riconosciuto”

“Caspita ma come hai fatto??? La quinta elementare??’ Ma lo sai quanti anni abbiamo? Io non ricordo più gli amici dell’università e ormai, faccio pure fatica a ricordarmi quello che ho fatto ieri!”

Da lì ci siamo messi a parlare e piano piano mi ha aiutato a ricostruire qualche particolare che mi ha risvegliato la memoria.
Lei è stata ed è un’atleta vera. Forte nelle gare in pista ma anche in maratona con 3ore e 02  . Ora, oltre a gareggiare per divertimento, ma sempre con  ottimi tempi di categoria , è vicepresidente dell’Olimpia 2004.

A questo punto tutto è stato naturale nella scelta della nuova società.

Ma torniamo ad oggi.

Non so perchè, ma beffa delle beffe, la mia nuova società non partecipa in massa alla Corsa di Miguel (Boh!!!) e quindi stamattina, prima della gara, ho avuto tutto il tempo per andare a salutare i vecchi amici della Sport Project che invece considerano questa gara un appuntamento irrinunciabile.

Arrivo allo Stadio per prepararmi alla partenza e becco Marco B, poi Gianluca e Mauro. Saluti veloci e ci si lascia per  cambiarsi e fare una decina di min. di riscaldamento prima di piazzarsi in griglia.
Mi schiero davanti, per paura della prima curva stretta dove di solito ci si ammassa tutti gli anni. Alle 10:00 la partenza arriva all’improvviso. Non ho sentito nessun conto alla rovescia ne annunci dallo speaker. I 250 con pettorale da top runner davanti a me, creano comunque un bel casino e i primi 500 mt. hanno richiesto molta attenzione per non inciampare nelle gambe degli altri. Il 1° km passa a 3’49”. Da questo momento in poi, conscio della capacità di poter reggere la media almeno per metà gara, mi stabilizzo sul ritmo e controllo sul garmin i passaggi kmetrici. Le variazioni tra un km e l’altro sono minime e questo mi conforta soprattutto perché mi rende consapevole di aver acquisito una capacità di tenere un ritmo costante. Intanto inizio a pensare al finale, preoccupato che i pochi km percorsi negli ultimi mesi mi portino ad un pesante rallentamento. Al sesto km passo in 23’ netti. Ho un minuto da amministrare per stare sotto i 40’ ma questa gara è più lunga di 10 km. Cerco di non mollare e ci riesco senza soffrire troppo. La lunghezza esatta della gara non sono riuscito a saperla ma, prima dell’entrata nello stadio, dove era la scritta dei 10 km, il crono segna 38’17”. Sono contento, prendo la forza per correre gli ultimi metri (300??? + o –) e taglio il traguardo in 39’18”.

Per me è andata bene.

Saluto Marco B. e Giancarlo, contenti anche loro della gara fatta e si torna a casa.

Un bel “Wonderful Tonight” in versione reggae:

8 commenti:

the yogi ha detto...

e poi le chiamano coincidenze... come inizio promette bene, direi!
ps, la tua nuova squadra non ama la ressa.... :)

GIAN CARLO ha detto...

Quoto yogi, anche noi non la mettiamo mai come gara sociale, ma alla fine 45 ci (me compreso) ci vanno

Marco Bucci ha detto...

Bello rivederti.... stavolta pero' non ti ho incoraggiato... eheheheh
A Nepi essici...!!

Ciaooooooooooo

FabioG ha detto...

Bravo Stefano, bella gara.
Se vieni a Nepi ci vediamo lì.

Stefano ha detto...

@ The Yogi
Si non ama la ressa e più vado avanti e più scopro che molti non amano neanche il confronto con gli altri.
Speriamo di non diventare così anche noi!!

@ Giancarlo
Vedi Yogi!
Ma tu sei un esperto di società strutturate e forse ne capisci anche ragioni tecniche che io non sono in grado di percepire.

@ Marco
Ormai per aver quel tipo d'aiutino da te mi devo solo che drogare e sperare che non scoppi prima dell'arrivo.
Vai come un missile.
Non penso di farcela a Nepi. Equilibri famigliari mi consigliano di usare cautela visto che a febbraio c'è Fiumicino (Allenamento) e Roma Ostia (gara tirata) che sono in programma.

@ Marco G.
Come dicevo a Nepi non ci sarò:speriamo di beccarci a Fiumicino. Grazie dei complimenti.

uscuru ha detto...

abbello stai anna mejo de la la....
nu me vie'....
e' stato un clima da gara perfetta..
sei andato bene!!

the yogi ha detto...

incredibile! non ero ancora tuo sostenitore.... ;)

Stefano ha detto...

@ Orlando
grazie ma tu sei irraggiungibile. Come la Roma.;-)
forza Roma che questo è l'anno vostro!!

@The Yogi
Sto facendo dei lavori di cambiamento sul sito e adesso è uscito fuori il widget dei sostenitori che prima non avevo.
Sei giustificatissimo. Poi sono leggero..... facile da sostenere.... per uno come te .
TKS.