giovedì 14 febbraio 2013

Tre Comuni - Giro del Lago di Bracciano

La voglia di gareggiare mi ha portato a un programma di gare molto intenso.
Troppo intenso.
L'allenamento però non va di pari passo e i risultati si vedono.
La Tre comuni è stata comunque una bella gara. Giornata fredda ma con un sole fantastico. Ho corso per allenamento senza nessuna ambizione agonistica anzi, divertendomi insieme ad alcuni amici che mi hanno fatto compagnia fino all'arrivo. Ritmo costante e un tempo finale di 1h 51' ben 13 minuti in più dell'ultima volta. Ma almeno ho corso senza soffrire troppo.
Discorso diverso per il Giro del Lago di Bracciano. La settimana prima avevo avuto l'influenza di stagione con tre giorni a letto ma dal giovedì stavo un po' meglio e ormai ero iscritto e mi sono lanciato.
Sarebbe stato molto meglio se fossi rimasto a casa. La mancanza di allenamento adeguata ha fatto il resto e posso tranquillamente ricordare questa gara come la mia più brutta. Dopo il ventitreesimo km sono scoppiato e arrivare al traguardo è stato un martirio. Ho camminato, ho corricchiato e avuto un crampo alla gamba destra che mi ha fermato per quattro minuti poi è improvvisamente passato e l'ultimo km l'ho corso senza fermarmi. Il tempo finale 3 ore nette, 27 minuti in più della prima edizione del 2011.

Passato qualche giorno per mandar via i dolori ho cominciato a rivalutare l'esperienza e vedere i lati positivi soprattutto per i km accumulati che spero mi aiutino a correre una onesta Maratona di Roma anche se senza  pretese.
 

5 commenti:

theyogi ha detto...

comunque mi hai dato un minuto... a saperlo, potevo essere il tuo pm....:))

Mauro Battello ha detto...

mi dispiace ti sia diventato un calvario, porca l'oca!!!
visti i tempi delle tua 3 comuni e dell'edizione del 2011 del tuo giro del Lago, ho capito perchè ci siamo trovati vicini vicini :D :D :D almeno alla partenza :/
Ma io te lo dissi: sto attraversando un periodo di forma e corro divertendomi, così è stato anche alla mia Bracciano

Dai che a Roma ci si incontra di nuovo!!!

Karim ha detto...

Correre dopo l'influenza non e' saggio, soprattutto un lungo di 34 chilometri... In bocca al lupo per la continuazione della preparazione per roma.

Stefano ha detto...

@ TheYogi
Cercavo un amico che mi prendesse in spalla e mi portasse al traguardo. Peccato... tu avevi il "phisique du role" per farlo. :-)

Stefano ha detto...

@ Mauro
Caspita hai fatto una bellissima gara.
Complimenti, magari corriamo insieme alla Mara di Roma.

@ Karim
Grazie Karim. Sto correndo poco e ho cercato di approfittare dell'occasione irripetibile per fare un super lunghissimo.
F
Ho sbagliato ma con il senno di poi lo rifarei lo stesso.
In fondo corriamo anche per superare queste difficoltà e prenderci l'illusione di aver vinto almeno una battaglietta tagliando il traguardo.