martedì 8 novembre 2011

Effetto Maratona di New york

Domenica pomeriggio stranamente calma. A casa. In camera da letto. Elena, my wife direbbe John Entwistle, leggeva sul letto. Io, come al solito, in poltrona, con il laptop sulle gambe e la cuffia in testa a perdere tempo passando da informazioni, musica e blog.
Mi arriva una mail dai miei amici, Valeria e Roberto:
>siamo di sulla 101 st su 5th avenue central park ,( see map)
> ci passano sotto con la corsa
> una giornata di sole, vediamo come sara'
>
> wish you were here!!
Mi si stringe il cuore......
Vado sul sito di RAI Sport e becco subito lo streaming della Maratona.
Giornata fantastica, sole pieno e un gruppetto di 8 campioni che in quel momento passano al 25 Km in 1 ora e 15 minuti. Ragionare su questi tempi mi manda fuori di capoccia. ("Scapoccio", come dice mio figlio Giacomo ).
Rispondo a Valeria e Roberto:
>Che fico
> Vi vedo dal PC ???..Sic!
>
> I'd like to be thereeeee
Era una bugia. Ho cercato su google maps l'esistenza di qualche cam su quell'incrocio ma non ho trovato niente.
Loro sono a NY da qualche settimana. Lavoreranno in trasferta come ricercatori al The Mount Sinai Hospital. Neuropsichiatria infantile. (due capoccioni, nel senso nobile della parola).
Naturalmente mi avevano invitato a casa loro per partecipare alla maratona.
Non sono andato per tanti motivi, non ultimo la mia bassa considerazione della mania tutta italiana di spararsi la Maratona di NY a qualsiasi costo per il solo gusto di raccontarlo agli amici o di farsi pubblicità (politici vari).
Mi sono pentito amaramente di questa mia spocchia. La giornata era bellissima e il posto è fantastico.
Penso che l'anno prossimo farò parte del gruppone di quasi quattromila italiani (prima nazione dopo gli stati uniti per numero di partecipanti).
Per ora pensiamo alla maratona di Roma. Oggi sono passato dal fido Luciano. Da mertedi riparto con il massaggio settimanale e piano di allenamento.
In questo periodo, da solo, non ho concluso niente.
Sempre loro. Mi piacciono molto.


Ma anche questi non sono male

5 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Bravo. Quel via del 2012 è cio' che ti ci vuole... e se ti iscrivi con il tempo salti le agenzie... e anche se hai di certo il budget per entrare dalla porta principale... saresti ...meno italiano medio.

Stefano ha detto...

@ Giancarlo
Mi sono espresso male. Ma la scusante che mi posso dare è che queste fregnacce sono lette da gente competente e che sicuramente sa interpretare il significato.
Quanti ne conosciamo che sono andati a NY come prima gara per correrla in 5 ore e più?
Ho tolto la frase :-)

kaiale ha detto...

sei pronto per l'iscrizione :)

Marco Bucci ha detto...

Niente proclami e vai tranquillo.
Io sicuramente Roma non la faro'... ma chi lo sa...per una decina di km tre potrei accompagnare...sempre col solito rito...oppure no cosi' stavolta te dira' bene...ahahahahahahahah
Ciaooooooo

er Moro ha detto...

ti leggeremo sul New York Times :D